RAForum
Slogan du site
Descriptif du site
2005 28 Maggio. Camillo Berneri. Singolare plurale
Giornata di studi Camillo Berneri
Articolo pubblicato online il 26 aprile 2005

di r-c.
logo imprimer
Enregistrer au format PDF

REGGIO EMILIA

Sala Convegni Hotel Posta

Palazzo del Capitano del Popolo

piazza del Monte 2

ore 9.30

presiede Luigi Di Lembo

Marco Scavino.- Gobetti - Rosselli - Salvemini

Carlo De Maria.- Un intellettuale di confine

Claudio Venza .- Possibilismo elettorale? Berneri di fronte alle elezioni nella Spagna del 1936

PAUSA

Giovanbattista Carrozza .- Il “sovietismo” di Camillo Berneri

Roberto Cappuccio.- Camillo Berneri, il suo interesse in campo medico, psicologico, psicoanalitico

ore 15.00

presiede Augusta Molinari

Gianpietro Berti .- Il revisionismo di Camillo Berneri e il suo significato nella storia del pensiero anarchico

Giorgio Sacchetti.- Gli anarchici italiani e la questione delle alleanze

Furio Biagini .- Berneri: gli anarchici e la questione ebraica

PAUSA

Pietro Adamo.- Per una fondazione epistemologica dellíanarchismo: C. Berneri e l’empirio-criticismo

Renzo Ronconi.- Lussu e Berneri: due modelli per raccontare la dittatura

ore 18.00

Dibattito

Nato a Lodi nel 1897, Camillo Berneri trascorre l’infanzia seguendo la richiamato al
madre (originaria di Parma), maestra elementare, nei suoi incarichi a Palermo, Milano, Cesena, Forlì e Reggio Emilia. Qui entra nel partito socialista, dove inizia la sua attività politica. Alla fine del 1915 passa tra le fila anarchiche. Nel 1916 si trasferisce con la madre ad Arezzo. L’anno successivo sposa Giovanna Caleffi (di Gualtieri, Reggio Emilia) e viene assiduamente alla stampa anarchica partecipando poi alla costituzione dell’Unione anarchica italiana. Nel 1922 si laurea in filosofia a Firenze con Gaetano Salvemini, entra in contatto con Carlo Rosselli ed Ernesto Rossi, è vicino a « Italia libera » e collabora con il «Non mollare!». I suoi studi spaziano da argomenti di carattere filosofico ad altri di contenuto sociale e politico. Nel 1926 abbandona l’Italia, per recarsi a Parigi dove inizia la sua collaborazione con la stampa libertaria e dove verrà arrestato assieme ad altri fuoriusciti italiani, tra cui Carlo Rosselli. Scarcerato nel Lussemburgo e Germania. Allo scoppio della guerra civile in Spagna, è tra gli organizzatori del primo contingente di volontari italiani. poumisti, sarà assassinato il 5 maggio da una pattuglia di polizia comandata da agenti staliniani.

Comune di Reggio Emilia

Assessorato Cultura

Biblioteca Panizzi

Segreteria

Biblioteca Panizzi

telefono 0522 / 456055 - 456063

Archivio Famiglia Berneri - Aurelio Chessa

Tel. 0522 / 439323

Teletrasmettere il programma

Torna su
Realizzato con SPIP
con il modello ESCAL 4.1.4